background

Per cominciare bene..

 Sta per arrivare l’inverno e tutti noi appassionati grandi e piccini cominciamo a guardare il cielo speranzosi nell’attesa della magica neve. E appena arriva sfoderiamo tutta la nostra attrezzatura e via sulle piste bianche. L’inverno però, non dimentichiamocelo, è spesso definito “la brutta stagione” per via di quei piccoli inconvenienti che porta con sé.

Sto parlando dei malanni di stagione quali raffreddore, stanchezza, dolori vari e anche di alcuni piccoli “incidenti” che in questa stagione ci colpiscono di più. Ma tutti possiamo provare a tenerli lontani adottando uno stile di vita adeguato. Non si tratta di imbottirsi di complessi vitaminici o di massacranti allenamenti in palestra. Per prepararsi occorre semplicemente compiere scelte adeguate al clima adattandole alle nostre esigenze individuali. Si comincia respirando profondamente e ricercando qualche raggio di sole in più. Il respiro profondo aiuta a muovere la linfa e ad eliminare le tossine. I raggi solari invece, ci consentono di ricaricare le batterie aumentando anche le difese del sistema immunitario.

L’altra cosa importante a cui fare attenzione è l’alimentazione:

la regola è semplice e nota. Come dicevano i nostri nonni: “colazione da Re, pranzo da cristiano, cena da povero”.

Al mattino abbiamo maggiore bisogno di energia (specie in inverno), il corpo stesso presenta un maggior picco enzimatico consentendoci non solo di digerire, ma anche di assimilare meglio quello che mangiamo.

A pranzo ricordiamoci di non esagerare altrimenti saremo costretti a mettere gli sci solo per andare alla macchina. Inoltre abbuffarsi significa appesantirsi e quindi togliere energia al corpo e alla mente poiché durante la digestione gran parte del flusso sanguigno viene richiamato nello stomaco e nell’intestino.

La sera infine, basteranno cibi leggeri (da poveri), così da favorire un sonno migliore. Naturalmente occorre saper scegliere quello che si mangia...e qui il discorso tenderebbe a farsi un po’ complicato... ma cerchiamo almeno di preferire frutta e verdura di stagione come limoni, arance,noci, nocciole, mele, broccoli, patate, ma anche cipolle, aglio e carciofi. La frutta e la verdura di stagione, meglio se crude, contengono un mix eccezionale di vitamine e sali minerali biodisponibili cioè direttamente utilizzabili dall’organismo.

Altra cosa da tenere sotto controllo è l’origine e la provenienza dei cibi che mangiamo per tutelare l’integrità del nostro corpo.

Ed infine, ma non meno importante, sforziamoci di fare ciò che più ci piace a costo anche di risultare antipatici. Recita a tale proposito la medicina Ayurvedica: NON ESISTE SALUTE SENZA FELICITÀ !!!

E buon inverno a tutti.
Barbara Tisocco