background

Comportamento dello sciatore

 

(L’articolo 30 ter del decreto del Pres. della Giunta prov.le 22 settembre 1987, n. 11-51/Legisl.)

Per “sciatore” si intende chiunque percorre le piste da sci equipaggiato di sci, snowboard o attrezzi similari. L’accesso alle piste è consentito solo agli sciatori ed è pertanto vietato l’ingresso ai pedoni e agli animali nonché l’uso di mezzi quali slitte, motoslitte, bob, gommoni e similari. Nell’utilizzare le piste da sci ogni sciatore, oltre ad attenersi alle prescrizioni imposte dalla segnaletica, deve rispettare le seguenti regole:

1) Condotta

Lo sciatore deve tenere una condotta che, in relazione alle caratteristiche della pista, alla situazione ambientale ed alle proprie capacità tecniche, non costituisca pericolo per l’incolumità propria ed altrui; in particolare ogni sciatore deve mantenere velocità, traiettorie e distanze di sicurezza tali da evitare, anche in caso di caduta, ogni ostacolo prevedibile. La velocità deve essere particolarmente moderata nei tratti a visuale non libera in prossimità di fabbricati o ostacoli, negli incroci, nelle biforcazioni, in caso di nebbia, di foschia, di scarsa visibilità o di affollamento, nelle strettoie ed in presenza di principianti.

2) Scelta della direzione

Lo sciatore a monte deve mantenere una direzione che gli consenta di evitare collisioni o interferenze con lo sciatore a valle. Lo sciatore a valle che si immette o attraversa una pista deve assicurarsi di poterlo fare senza pericolo per sé o altri.

3) Sorpasso

Lo sciatore che intende sorpassare un altro sciatore deve assicurarsi di disporre di uno spazio sufficiente allo scopo e di avere sufficiente visibilità. Il sorpasso può essere effettuato sia a monte sia a valle, sulla destra o sulla sinistra ad una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato.

4) Precedenza

Negli incroci lo sciatore deve dare la precedenza a chi proviene da destra o secondo le indicazioni della segnaletica. Lo sciatore deve dare la precedenza ai mezzi meccanici adibiti al servizio e alla manutenzione delle piste e degli impianti che vi possono accedere nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 27, comma 2.

5) Sosta

Lo sciatore che sosta deve evitare pericoli per gli altri sciatori e portarsi sui bordi della pista. Lo sciatore è tenuto a non fermarsi nei passaggi obbligati, in prossimità dei dossi o in luoghi senza visibilità. In caso di cadute o di incidenti, lo sciatore deve liberare tempestivamente la pista portandosi ai margini di essa.

6) Obbligo di soccorso

Qualora incontri una persona infortunata ovvero in difficoltà, lo sciatore deve prestare l’assistenza occorrente e comunicare immediatamente l’incidente a qualsiasi stazione di chiamata ovvero al personale di soccorso della pista.

7) Transito e risalita

E’ vietato percorrere a piedi le piste da sci. In occasione di gare è vietato ai non partecipanti sorpassare i limiti segnalati, sostare sulla pista di gara o percorrerla. La risalita della pista con gli sci ai piedi è vietata sulle piste da sci o tratti delle stesse che espongano espressamente il divieto con idonea segnaletica. Ove non vietata, la risalita deve comunque avvenire ai bordi della pista, avendo cura di evitare rischi per la sicurezza degli sciatori e rispettando le prescrizioni di legge nonché quelle adottate dal gestore dell’area sciabile attrezzata.

In assenza di previo assenso del titolare dell’autorizzazione all’esercizio dei tracciati sciistici, allo sciatore è vietato utilizzare le piste da sci al di fuori dell’orario di apertura al pubblico delle piste stesse. L’eventuale assenso è segnalato da apposita segnaletica.

8) Obbligo del casco

Nell’esercizio della pratica dello sci alpino e dello snowboard è fatto obbligo ai soggetti di età inferiore ai quattordici anni di indossare un casco protettivo omologato.

L’obbligo di indossare un casco protettivo omologato vale per tutti gli sciatori sulle piste da sci riservate agli allenamenti di sci e snowboard agonistico nonché per gli sciatori che utilizzano aree riservate alla pratica di evoluzioni acrobatiche ad accezione di chi svolge il ruolo di allenatore.

9) Obbligo del dispositivo per evitare il distacco dell’attrezzatura

Lo sciatore deve utilizzare esclusivamente sci, snowboard o attrezzi similari dotati di dispositivi di sicurezza in grado di evitare che il distacco dell’attrezzatura possa costituire pericolo per l’incolumità delle persone.

10) Obbligo di riporre l’attrezzatura

Lo sciatore deve posizionare fuori dal piano sciabile l’attrezzatura (sci, snowboard, bastoncini o altro) durante la sosta presso rifugi o altri punti di sosta, in modo da non recare intralcio o pericolo ad altre persone.

Ai sensi dell’articolo 55, comma 1, lettera a) della legge provinciale 7/87, chiunque violi le regole di comportamento sopra esposte soggiace alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 30,00 a euro 92,00.

Ai sensi dell’articolo 8 della legge 363/2003, la violazione della regola relativa all’obbligo del casco, di cui alla lettera h), comporta la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 30,00 a euro 150,00.

AMARCORD

Il Presidente “galattico” Germano Libardi con ragazzi - inverno 1982

 
 La tessera di Libardi Germano anno 1966-1967